Carpione Piemontese

Il carpione piemontese è un must! Semplice, sano e delizioso, si conserva per vari giorni in frigorifero ed è adatto per tutti i gusti poichè comprende sia carne, sia uova, sia zucchine! Il carpione è una base di vino bianco e aceto (con proporzione di 1 di vino a 3 di aceto), con cui potete condire ciò che desiderate… io oggi vi propongo la ricetta base piemontese che, a mio parere, è la migliore, in quanto l’originale! Consiglio importante: è necessario preparare il carpione il giorno prima che venga consumato in modo tale che tutti gli ingredienti abbiano il tempo di insaporirsi a dovere. Inoltre, conservatelo sempre in frigorifero.

Ingredienti (per 4 persone):
8 zucchine medie oppure 16 piccole (novelle)
4 fettine di carne di vitello sottili (adatte per bistecche impanate)
5 uova ( di cui 1 per impanare le bistecche)
pangrattato
sale
olio per friggere

Ingredienti per il carpione:
una decina di foglie di salvia grandi
2 spicchi di aglio
3 bicchieri di vino bianco
1 bicchiere di aceto (di vino bianco o di mele)
mezza cipolla rossa di Tropea

Impanate le fettine di carne nell’uovo e poi nel pangrattato, compattate bene l’impanatura e friggetele in padella con olio di semi. In poche parole, dovete preparare delle cotolete. Tamponate l’olio in eccesso, salate e lasciate raffreddare. Tagliate a listarelle le zucchine a fatele friggere in olio bollente per alcuni minuti. Tamponatele dall’olio in accesso, salatele e lasciatele raffreddare. Preparate le uova in camicia rompendole in una pentola piena di acqua bollente salata dopo aver applicato il solito movimento “vorticoso”. Lasciatele raffreddare. Trasferite la carne, le uova e le zucchine in una grossa ciotola sovrapponendole in modo uniforme.

In una padella versare un filo di olio, 2 spicchi di aglio interi, e la cipolla a tagliata a fette grosse. Fate appassire il tutto a fuoco basso, poi aggiungete  e foglie di salvia spezzate a metà, fate cuocere ancora un minuto. Poi cersate direttamente nella padella 3 bicchieri di vino bianco e un bicchiere di aceto di vino (bianco o di mele), portate il tutto ad una leggera ebollizione, e poi versate questo sughetto, ovvero il carpione, ancora bollente sugli ingredienti. Lasciate raffreddare, conservate in frigo e lasciate riposare almeno una notte prima di mangiare.

3 pensieri su “Carpione Piemontese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...