Cappellacci ripieni di patate e pecorino, al ragù

Pasta fresca, patate, pecorino e ragù fatto in casa. Devo aggiungere altro? Non credo. Basta poco per farsi un’idea della bontà di questo piatto rustico e casalingo, totalmente home made, come piace a me!

Ingredienti per la pasta

  • 300 g farina
  • 3 uova
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di olio evo

Ingredienti per il ripieno:

  • 400 g patate
  • 150 g ricotta
  • 100 g pecorino stagionato (romano meglio)
  • sale, pepe, noce moscata

Ingredienti per il ragù:

  • 400 g polpa di manzo macinata grossa
  • 2 carote, 1 costa di sedano, 1/2 cipolla grande
  • 600 g passata di pomodoro o pelati
  • un bicchiere di vino bianco
  • 30g burro, olio d’oliva, sale, pepe
  • 2 foglie di alloro

Impastate tutti gli ingredienti della pasta fino ad ottenere un panetto omogeneo, fatelo riposare coperto mezz’ora.

Lessate le patate in acqua bollente per 40 minuti, poi sbucciatele e schiacciatele in una ciotola. Aggiungete il pecorino grattugiato, la ricotta, sale, pepe e noce moscata e mescolate bene. Stendete la pasta usando un mattarello o la macchina per la pasta. Ritagliate tanti quadrati di circa 7-8 cm per lato e su ognuno ponete una pallina di ripieno grande come una noce. Richiudetelo a metà per ottenere triangolo, quindi fate aderente bene due lati per ottenere la tipica forma del cappellaccio (se necessario usate un po’ di acqua per far aderire la pasta).

Per il ragù: Tagliare piccole piccole la carota, 1/2 cipolla e il pezzo di sedano. Metterle in pentola con la carne tritata, l’olio e il burro. Accendere la fiamma e fare cuocere per circa 20 min, sminuzzando la carne con la forchetta, non ci devono essere grumi. Fare rosolare bene bene la carne, più cuoce meglio è. Aggiungere il sale che farà uscire ancora un po’ di acqua. Fare rosolare ancora. Aggiungere un bicchiere di vino bianco. Fare rosolare ancora. Aggiungere il pomodoro, 1 cucchiaino di zucchero. Aggiungere tanta acqua quanto il pomodoro. Fare cuocere per 2 h.

Buttate i cappellacci in abbondante acqua salata, scolateli al dente e saltateli nella padella con il ragù. Servite con pecorino romano grattugiato!