Ravioli di zucca, ricotta e pecorino (x THB)

Una delle mie più care amiche, Isotta, ha da poco aperto un blog (The Hypothetical Blog) in cui intervista persone che hanno qualcosa da dire. Così ha deciso di invitarmi a casa sua per intervistarmi e allo stesso tempo cucinare insieme! Per questa occasione ho deciso di preparare una delle mie cose preferite, ovvero la pasta fresca, e come ripieno ho scelto 3 dei miei ingredienti prediletti.

Se cliccate qui trovate tutta l’intervista e la videoricetta di questo piatto!

Ingredienti per 4 persone:

  • 400g farina
  • 4 uova
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 500g ricotta
  • 300g zucca
  • 200g pecorio romano
  • 10 foglie di salvia
  • 40g burro
  • pepe q.b.
  • sale q.b.
  • pecorino per spolverare

Impastare la farina con le uova e l’olio a mano fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Far riposare mezz’ora coperto.

Intanto preparare il ripieno: cuocere la zucca in forno con un filo d’olio e sale: se preferite potete lessarla e poi scolarla e condirla dopo. Una volta morbida frullarla. Mescolarla con la ricotta, il pecorino e una grattugiata generosa di pepe.

Tirare la sfoglia con la macchina o a mano, su una sfoglia creare tante palline di impasto grandi come una noce distanziate di 3cm l’una dall’altra. Ricoprire con un’altra sfoglia facendo aderire bene i bordi intorno al ripieno, in modo da non lasciare aria all’interno dei ravioli che rischierebbero di esplodere in cottura.

Con uno stampino creare i ravioli. In un pentolino scaldare il burro con un grosso mestolo di acqua di cottura salata bollente e le foglie di salvia per 4/5 minuti. Cuocere i ravioli in acqua bollente salata per 2/3 minuti: scolateli appena salgono a galla, devono essere molto al dente. Trasferirli nel pentolino con il burro e farli andare su fuoco alto per 30 sec in modo da mantecarli bene. Servire in un piatto con il sughetto versato sopra (tenete anche le foglie di salvia) e un’abbondante grattugiata di pecorino!

Un pensiero su “Ravioli di zucca, ricotta e pecorino (x THB)

Rispondi